Lycopodium Clavatum: utilizzo in Omeopatia
maggio 31, 2017
Cistite: come affrontarla e prevenirla con rimedi naturali
giugno 5, 2017

Curarsi a tavola: i fiori di sambuco, non solo profumo

Scopriamo oggi le proprietà dei fiori di sambuco e come sfruttarle con ricette golose e veloci.

Il fine settimana scorso ho fatto un giro in montagna e non ho potuto fare a meno di notare che il SAMBUCO è ormai in piena fioritura. Prima ancora di vederlo, lo si sentiva nell’aria. Chi vive in Trentino-Alto Adige lo sa che oltre al suo dolce profumo il polline di questo fiore racchiude anche molte altre proprietà. Scopriamole insieme.

 

FIORI di SAMBUCO: PROPRIETA’ NUTRITIVE

I fiori di sambuco hanno un’azione depurativa generale. Sono infatti ricchi di bioflavonoidi, che hanno una potente azione antiossidante. Favoriscono l’eliminazione degli acidi urici e hanno un effetto diuretico, sono quindi utili per chi soffre di ritenzione idrica. Questo fiore è inoltre ricco di vitamine A, C e del gruppo B.

 

FIORI di SAMBUCO: RICETTE

La ricetta che ti propongo oggi è davvero facile, veloce e profumatissima! Ti serviranno una decina di fiori di sambuco, per cui la prima cosa che dovrai fare è una bella passeggiata per andare a raccoglierli. Il sambuco si trova facilmente nelle nostre zone: è un alberello piccolo con i caratteristici fiori ad ombrello che vedi nella foto dell’articolo, cresce nei boschi di montagna, ma anche lungo le strade e nei parchi urbani. Io l’ho raccolto nel parco che si trova lungo le sponde dell’Adige. Cerca di raccoglierlo quando è in piena fioritura, lo capisci dal profumo che è davvero molto intenso, così sfrutterai appieno le sue proprietà.
Nota: Fai attenzione a non confondere la varietà commestibile con il Sambucus Ebulus, che è generalmente un po’ più alto ed è velenoso per l’uomo.

 

FRITTELLE con fiori di sambuco

LISTA DELLA SPESA per 2 persone (5 frittelle a testa bastano?)

  • 10 fiori di sambuco
  • 100 grammi di farina 00
  • Latte parzialmente scremato qb
  • Zucchero grezzo qb
  • Sale qb
  • Olio di semi

Questa ricetta è semplice ma da molta soddisfazione, perché oltre ad essere buone queste frittelle sono profumatissime, proprio come i fiori! Ti suggerisco di mangiarle quando sono ancora un po’ calde, il profumo si sentirà ancora di più. Prima di procedere assicurati di avere a disposizione: una padella antiaderente in cui avrai versato l’olio di semi (circa 2 dita), 2 piatti piani coperti da 2 strati di carta assorbente, lo zucchero grezzo da spargere sulle frittelle, 2 forchette per aiutarti a girare le frittelle. Cominciamo:

  • metti la farina in una ciotola abbastanza capiente e aggiungi il latte a poco a poco mescolando in modo da ottenere un impasto omogeneo che dovrebbe avere la consistenza un po’ più liquida dello yogurt
  • aggiungi lo zucchero grezzo (va bene anche quello raffinato) e un pizzico di sale; a me non piace che siano troppo zuccherate per cui ne metto due cucchiai da cucina ma puoi modificare a tuo piacimento
  • in alternativa allo zucchero puoi usare lo sciroppo di sambuco per dolcificare l’impasto e migliorare ancora di più il sapore
  • assicurati che sui fiori non siano rimasti animaletti vari, sarebbe meglio non sciacquarli sotto l’acqua perché perderesti gran parte del polline ma anche qui decidi tu
  • scalda l’olio di semi, per capire quando è caldo a sufficienza immergi uno stuzzicadenti, quando salgono le bollicine puoi iniziare
  • quando l’olio è pronto immergi nell’impasto il fiore tenendolo per il gambo e poi immergilo a testa in giù nell’olio bollente (consiglio di tenere la fiamma media)
  • dopo due o tre minuti (o quando vedi che comincia a dorarsi) gira il fiore aiutandoti con le forchette, quando è dorato e croccante anche sull’altro lato puoi tirarlo fuori
  • appoggia la frittella sul primo piatto foderato di carta assorbente in modo che assorba la maggior parte dell’olio, poi spostala sull’altro piatto cospargendo con lo zucchero
  • Buona merenda!

La prossima settimana vedremo insieme come preparare lo sciroppo di sambuco, un vero e proprio concentrato di sali minerali ad azione drenante.