Microbiota intestinale alterato? Ripristina la tua flora batterica con i probiotici
maggio 22, 2017
Curarsi mangiando: la rapa rossa un concentrato di vitamine
maggio 26, 2017

Pulsatilla Pratensis: utilizzo in Omeopatia

Breve guida alle principali caratteristiche di Pulsatilla e al suo utilizzo in Omeopatia

 

Classificazione botanica

Pulsatilla Pratensis (o Nigricans) è un fiore, noto più comunemente come anemone, appartenente alla famiglia delle Ranucolaceae. Originario del Nord Europa cresce spontaneamente anche in Italia in zone collinari e montuose.

 

Tossicologia

Il nome Anemone significa vento, il nome Pulsatilla significa che pulsa. E’ chiamata così perchè il fiore tende ad oscillare alla minima brezza. Il principale principio attivo è un glocoside (protoanemonina).

 

Utilizzo in Omeopatia

Il rimedio omeopatico è ottenuto dalla macerazione in alcool della pianta raccolta nel momento della fioritura. Ottenuta così la tintura madre si procede poi alla diluizione e dinamizzazione.

Caratteristiche generali del rimedio

La persona che può beneficiare di Pulsatilla è spesso dolce e remissiva ma può avere crisi di rabbia quando si sente ferita. Piange facilmente in modo delicato per ricevere affetto e attenzione. Caratteristico di Pulsatilla, infatti, è un forte bisogno di sentirsi amata e accettata. In pediatria Pulsatilla è indicata in bambini dolci, affettuosi, timidi e molto sensibili.

Le principali sfere d’azione sono:

  • il sistema ormonale: è spesso indicata infatti per disturbi del ciclo mestruale e in gravidanza
  • il sistema circolatorio: è utile in caso di circolazione rallentata con stasi soprattutto a livello venoso
  • le mucose: utile in caso di infiammazione con secrezione non irritante soprattutto a carico dell’apparato respiratorio, digerente e urogenitale, a livello di occhi e orecchie.

Può essere indicato per i seguenti disturbi:

  • Stasi venosa: varici venose, rallentamento circolazione, cefalee
  • Disturbi genito-urinari: disturbi del ciclo mestruale (amenorrea, dismenorrea, mestruazioni dolorose), cistiti, endometriosi
  • Patologie otorinolaringoiatriche: otite media acuta o cronica
  • Malattie respiratorie: infezioni alte vie respiratorie o influenza con rinite non irritante, bronchiti, allergie respiratorie

 

 

Bibliografia:
Morrison R, Manuale guida ai sintomi chiave e di conferma, Bruno Galeazzi Editore, 1998
Shankaran P, Materia Medica e Repertorio essenziale dei medicamenti omeopatici, Ed Salus Infirmorum, 2005

 

Le informazioni di argomento medico fornite in questo sito sono di natura generale e a scopo puramente divulgativo, pertanto in alcun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire la consulenza da parte di un medico abilitato. Per ulteriori informazioni vedi disclaimer completo.